Links End #13

di Moralia in lob

Dire tutto, ma senza senso. George Steiner apre così la seconda parte di Vere presenze: “Tutto può essere detto, e di conseguenza scritto, a proposito di tutto. Ci soffermiamo appena per notare o accettare questo luogo comune, ma esso rivela un’enigmatica mostruosità.” Il saggio fu pubblicato nel 1989, quasi trent’anni fa; i social media erano ancora di là da venire. Oggi la frase di Steiner risveglia una sensazione nota: per quanto enigmatico o mostruoso possa essere, il commento continuo su qualsiasi cosa da parte di chiunque è diventato una routine della nostra vita.

La falla oscura. Un estratto dal romanzo breve La falla oscura, appena uscito per Castelvecchi.