P.s.

Pubblica sicurezza, fino a qualche tempo fa, era sinonimo di polizia. C’erano i commissari e i commissariati di p.s. e finiva lì. Adesso è diventata un’aspirazione massima, un’ideologia, lo scopo della politica. Ogni buon governo avrà un ministro di p.s. come ce l’ha dell’economia e non ci sarà più un politicante di destra o di sinistra che non faccia della sicurezza la sua insegna elettorale. E già, oggi non sei più sicuro di nulla e non puoi fidarti nemmeno del vicino di casa. Non c’è un secondo o terzo piano in città che non abbia le sbarre alle finestre e tutti vorrebbero avere al pianterreno una stazione dei carabinieri. Ma anche così non ci sentiremmo sicuri, neppure se sbarrassimo i confini e cacciassimo via tutte le badanti e gli albanesi e girassimo con un personal revolver al posto del cellulare.

L’insicurezza è un’angoscia individuale e collettiva, di cui però bisognerebbe capire un pò meglio le cause. È una patologia troppo diffusa per attribuirla ai virus dell’immigrazione e della micro o maxi criminalità. Ed è improbabile che possa essere curata da superministri di p.s., dalla tolleranza zero e da altre simpatiche mode.

C’è chi è insicuro, per esempio, perchè se si ammala non sa se sarà curato, se domani ci sarà ancora un servizio sanitario pubblico (pubblica sicurezza) oppure no. C’è invece chi è insicuro del suo posto di lavoro, precarietà e flessibilità (pubblica insicurezza) gli tolgono il sonno. C’è chi si sente insicuro in autostrada perchè i cretini possono andare a 200 all’ora. Eccetera.

Ma se elencassi tutte le cause dell’insicurezza che angoscia la moderna società non la finirei più. Forse c’entra anche la politica. Forse mi sentirò di nuovo in compagnia e molta gente si sentirà meno angosciata il giorno in cui ricomparirà una sinistra che non confonda la politica con la p. s. e che ritrovi una idealità. Sapete, l’eguaglianza (relativa, si intende) e cose simili, un pò di politiche redistributive, un pò di internazionalismo al posto dell’egoismo.  Perchè non proponiamo con civile innocenza di aprire le frontiere a tutti, con poche regole ma senza limiti? Perchè perderemmo con onore le elezioni, che perdiamo lo stesso senza onore?

Annunci

2 pensieri su “P.s.

  1. Stanno facendo della paura generalizzata un’arma di sottomissione di massa.
    Come donna ragione di inquieti tudine le avevo 30 anni fa come oggi. Abito a piano terra Ho un piccolo giardino ed ho le grate alle porte finestre: a Roma oggi e ieri, perché ce le ho trovate 25 anni fa, erano indispensabili.
    Alcune accortezze erano utili ieri come oggi con la differenza che oggi la politica cavalca e istiga alla violenza e ci lucra ampiamente per fini elettorali. Si sentono fare annunci raccapriccianti.
    Sherabuonanotte

  2. P s (post scriptum) la sinistra soprattutto una sinistra di governo torna essere un’utopia mia mamma non voleva morire berlusconiana Guarda un po’ dove siamo ritornati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...