Glossario: Narrazione

di Moralia in lob

La mamma chiede al bimbo accucciato sul vasino: “Stai facendo la cacca?”. “No: la narrazione del mio defecare”. Con la vignetta di Altan si potrebbe chiudere la partita, e farla finita con quest’altro assilo ventennale. Che si è esteso anche alla più inenarrabili ragioni dell’agire e dello scibile umano. Tutto diventa storia e affabulazione, tutto è presentato sotto forma di racconto. A quanto pare, abbiamo dovuto scontare il crollo dei grands récits novecenteschi con la disseminazione imperialistica della forma-narrazione. E non è certo il solo Vendola a farsene megafono, e neppure il collettivo di scrittori Wu Ming. Ormai senti parlare indifferentemente, e come se davvero significasse qualcosa, di narrazione del territorio, di narrazione del capitalismo, di narrazione del Pd, di narrazione del femminile. Capovolgendo il motto del Parsifal: lo spazio qui diventa tempo, ed è tutto uno scorrere di storie, come fiumi in cerca di uno sbocco. Dove sfoceranno? Ecco, ci sono anche libri che si dedicano alla “narrazione del cibo”. C’è da supporre che, superata la narrazione della digestone, il tutto finisca più o meno come la vignetta di Altan.

Vitiello da IL

Narr